Curling Club Dolomiti

Archivio per Categoria Blog

IL DOLOMITI CORTINABANCA VINCE IL CAMPIONATO DI SERIE B MASCHILE

Vittoria! Il Dolomiti Cortinabanca dello skip Jacopo Scappin vince il campionato di Serie B maschile. Una bella stagione, culminata con il successo di questa mattina per 9-2 in finale con il Claut.

Cammino netto per Jacopo, Alberto Cavallero, Mattia Curtolo, Edoardo Caproni e coach Massimo Antonelli che nella fase finale che si è disputata in questi giorni a Brunico, hanno vinto con margine tutte le partite del round robin regolando un’agguerrita concorrenza e superando per 7-3 in semifinale i Draghi Ston-ati. Sempre in semifinale invece l’altra formazione cortinese, ovvero quella composta da Antonio Menardi, Valter Bombassei De Bona, Marco Constantini e Basilio De Zanna, è stata sconfitta 8-4 dal Claut.

Il dettaglio dei risultati

Una finale senza storia quella vinta dal nostro sodalizio, condotta e dominata sin dalle prime battute e chiusa dopo le tre marcature nel sesto end che hanno fissato il punteggio sul 9-2 ai danni del Claut, regalando il titolo ai ragazzi di coach Antonelli. Nella finalina per il bronzo invece Menardi e compagni hanno ceduto 9-3 ai Draghi Ston-ati al termine di una partita combattuta me decisa da 4 pesanti punti subiti nel settimo parziale.

Scoreboard della finale

FINALI ITALIANI DI MIXED DOUBLES, UN WEEKEND DI SPETTACOLO A CORTINA

Un weekend all’insegna del mixed doubles nella nostra Cortina. Le nostre due piste ospiteranno infatti da questa sera a domenica le finali del campionato italiano della specialità in cui Stefania Constantini ed Amos Mosaner sono campioni olimpici. Proprio la nostra Stefi, che giocherà nuovamente in coppia con Sebastiano Arman, è la favorita per la vittoria finale del titolo tricolore ma la concorrenza è tanta e ben assortita. Insomma, siamo pronti a vivere una quattro giorni di curling che promette spettacolo.

A Pinerolo un anno fa il duo Constantini – Arman (Fiamme Oro) aveva vinto lo scudetto battendo in finale la giovane coppia del Dolomiti Almaviva formata da Giulia Zardini Lacedelli e Francesco De Zanna. I due cortinesi saranno al via anche quest’anno con tutta la voglia di ripetersi e, perchè no, provare a vincere queste finali. “Le sensazioni per questo weekend sono molto buone”, ci spiega Giulia, “nonostante uno stop forzato sono riuscita ad allenarmi bene e acquisire di nuovo confidenza sul ghiaccio. Inoltre Francesco è appena tornato dai Mondiali Junior con una medaglia d’argento al collo, quindi speriamo di trovare un buon livello di gioco. Obbiettivo? Quello di raggiungere la finale come l’anno scorso”.

Rimanendo in casa nostra, il Dolomiti Cortinabanca si presenta con il duo composto da Giacomo Colli e dalla giovane Vittoria Maioni, reduce dagli YOG in Corea. Inoltre ci sarà Marta Lo Deserto, anche lei al ritorno dopo un infortunio, in coppia con Mattia Giovanella. A chiudere il quadro la quinta coppia, quella formata da Angela Romei e Simone Gonin. Non saranno invece al via Mosaner e Cobelli, che hanno annunciato il ritiro dalla competizione.

“Siamo orgogliosi e contenti di ospitare queste finali a Cortina”, spiega il nostro presidente Alessandro Zisa. “Ci aspettano delle bellissime partite a cui assistere con in campo i migliori interpreti del panorama italiano. In questo il Dolomiti ha un grosso ruolo, vista la presenza di un giocatore in ogni squadra”.

PROGRAMMA E LIVE SCORE: https://www.fisg.it/partite/?rid=6763&group_id=1377

Prosegue invece il cammino in Serie B di mixed doubles del team Dolomiti Cortinabanca formato da Alberto Zisa e Michela Alverà. I nostri due portacolori affronteranno il secondo turno di gare a Pinerolo a partire da venerdì pomeriggio. Attualmente, dopo due partite giocate nel primo turno, Zisa ed Alverà hanno ottenuto una vittoria ed una sconfitta.

Qui calendario e risultati: https://www.fisg.it/partite/?rid=6756&group_id=1378

STORICA ITALIA, ARGENTO AI MONDIALI JUNIOR. LA NORVEGIA VINCE IL TITOLO DOPO 12 END EQUILIBRATI

Ci sono voluti due extra end per decidere una finalissima tirata ed equilibrata. Alla fine però vince 7-6 la Norvegia, con l’Italia che ai Mondiali Junior di Lohja scrive un’altra pagina di storia del movimento mettendosi al collo un argento pesantissimo. Il rammarico c’è, vista la finale di livello disputata  dopo una settimana di grande curling, ma il risultato portato a casa è qualcosa di eccezionale. Nessuna nazionale junior azzurra era arrivata così in alto ed il merito è anche di tre cortinesi. La spedizione italiana in Finlandia infatti ha visto scendere sul ghiaccio due nostri giocatori, Francesco De Zanna (vice skip) ed Alberto Cavallero (alternate). La squadra è poi allenata dal coach ampezzano Marco Mariani ed era composta dal tridente del Pinerolo formato da Stefano ed Andrea Gilli e da Francesco Vigliani.

Nella finalissima apre le marcature la Norvegia, siglando un punto ma gli azzurrini rispondono subito con due stone in casa. La gara è equilibrata ed i norvegesi si portano sul +2 dopo quattro mani giocate. Il quinto end viene annullato, l’Italia rimane in partita pareggiando i conti nel sesto poi un punto per parte nei due giochi successivi in un continuo botta e risposta. Nel nono la Norvegia si porta sul 6-5 ma il team tricolore non molla niente e grazie ad un punto rimanda la contesa all’extra-end. L’equilibrio però non accenna a spezzarsi ed i nostri portacolori costringono gli avversari ad un bel tiro per annullare anche questa mano. Nel 12° end però Gilli e compagni non possono fare nulla per evitare la vittoria norvegese, dovendo “accontentarsi” così di un prezioso ed inatteso argento. Sul terzo gradino del podio la Danimarca, superata venerdì in semifinale dall’Italia, che ha vinto 10-9 la finalina per il bronzo contro gli Stati Uniti.

“Si è scritta una pagina di storia del movimento italiano”, commenta il nostro presidente Alessandro Zisa, “i numeri qui sono ancora piccoli ma esprimiamo un altissimo livello di gioco. Sono felice per i ragazzi, soprattutto per i nostri Francesco ed Alberto ma anche per il resto della squadra, un bel gruppo con lo spirito giusto ed in piena crescita. Stiamo lavorando e seminando bene nel vivaio, noi come altre società insieme a coach Mariani. Questi ragazzi ed il team Colli rappresentano il futuro in campo maschile, un settore che promette bene in vista delle Olimpiadi 2026 ma anche in prospettiva”.

DE ZANNA E CAVALLERO IN FINALE AI MONDIALI JUNIOR. CHE IMPRESA DELL’ITALIA GUIDATA DA MARCO MARIANI!

Magica Italia in Finlandia! La nazionale maschile impegnata ai Mondiali Junior scrive una pagina di storia del movimento, batte la Danimarca 7-5 in semifinale e vola alla finalissima contro la Norvegia con la sicurezza di avere già in tasca una medaglia. E la spedizione diretta da Claudio Pescia parla molto cortinese, visto che la squadra a Lohjia è allenata da coach Marco Mariani e che insieme a lui ci sono i nostri due giocatori Francesco De Zanna (vice skip) ed Alberto Cavallero (alternate). Un quintetto completato poi dal tridente del Pinerolo con Stefano ed Andrea Gilli e Francesco Vigliani. Sono loro a battere la concorrenza danese guidata dallo skip Jacob Schmidt, regalandoci così una finale storica che andrà in scena sabato 24 febbraio alle 14 italiane, trasmessa in diretta sul canale online World Curling TV.

Gli azzurrini sono giunti alla semifinale grazie ad un grande round robin chiuso in seconda posizione, solo alle spalle dei norvegesi, con un bilancio di 7 vittorie e 2 sconfitte. Il team tricolore nella prima fase è stato sconfitto solamente da Germania e Norvegia, vincendo invece i confronti contro Danimarca, Stati Uniti, Canada, Scozia, Cina, Nuova Zelanda e Svizzera. La semifinale è stata, come da pronostico, molto equilibrata. Si parte con un end nullo, poi gli azzurrini marcano un punto e ne rubano un altro nella mano successiva. Botta e risposta nelle fasi centrali, con la doppia stone nella casa per i danesi nel quarto e la doppia marcatura italiana nel quinto. De Zanna e compagni subiscono poi un punto sia nel sesto che nel settimo end ma poi tirano fuori dal cilindro la mano da tre punti, e sono pesantissimi. La Danimarca non molla ma nel nono parziale sigla solo un punto arrenendosi sul punteggio di 7-5 visto anche il martello favorevole all’Italia.

E allora godiamoci questa finale, tutti sintonizzati a tifare i nostri ragazzi!

Foto credit: WCF / Stephen Fisher

DUE ARGENTI DAL SAPORE DIVERSO AI CAMPIONATI ITALIANI ASSOLUTI

Ci mettiamo al collo un doppio argento. Dopo l’intensa settimana di Pinerolo, il nostro sodalizio torna a casa dai campionati italiani assoluti con due secondi posti. Se da una parte la squadra maschile di Giacomo Colli si conferma in costante crescita dietro solamente ai numeri uno al mondo del Team Retornaz, dall’altra le ragazze di Stefania Constantini non riescono a centrare il settimo scudetto di fila cedendo alle giovani ragazze dello Sporting Club Pinerolo. La squadra, campione junior in carica, dello skip Rebecca Mariani ed allenata dal padre Marco, due cortinesi a cui facciamo i complimenti per il risultato raggiunto.

UN ARGENTO AMARO PER LE RAGAZZE

Ancora pesantemente condizionato dal doppio infortunio di Marta Lo Deserto e Giulia Zardini Lacedelli, il Dolomiti Constantini Almaviva cede lo scettro, perdendo la finale 6-4 con il Pinerolo. A laurearsi campionesse d’Italia sono così Rebecca Mariani, Lucrezia Grande, Letizia Carlisano e Rachele Scalesse grazie ad una partita di assoluto livello e molto equilibrata. Stefania, Angela Romei ed Elena Mathis aprono rubando due punti ma le padrone di casa rispondono subito con tre marcature. Dopo due mani nulle ed il botta e risposta a metà gara le giovani di Mariani si difendono e nell’ottavo end firmano un punto che le permette di festeggiare la vittoria. Nel round robin, vista la sconfitta proprio con le campionesse junior, Constantini e compagne avevano chiuso al secondo posto dovendo così affrontare la semifinale contro il Mole2020, vinta 7-3.

“L’argento femminile ci lascia un pizzico di delusione pur senza pregiudicare il percorso importante che ha intrapreso questa squadra”, commenta il presidente Alessandro Zisa. “Il Team Mariani ha vinto con merito, a loro vanno i nostri complimenti. Il fatto di giocare in tre sicuramente ha spezzato le dinamiche di una squadra collaudata, sballando forze ed energie delle ragazze. Speriamo possano tornare al più presto in piena forma ed al loro livello”.

I RAGAZZI VICINI ALL’IMPRESA

Il Dolomiti Cortinabanca Colli si conferma invece la seconda squadra nel panorama italiano e per poco non gioca un brutto scherzo a Retornaz. Il Trentino Cembra vince la finale 5-4 al termine di una gara molto tirata e decisa solamente all’ultimo sasso. All’ottavo end infatti Joel Retornaz, Mattia Giovanella, Amos Mosaner e Sebastiano Arman riescono a trovare il tiro giusto per chiudere i conti nonostante un’ottima tattica messa sul ghiaccio da Giacomo Colli, Alberto Zisa e Francesco De Zanna. I nostri, guidati da coach Diana Gaspari, nonostante l’assenza di Edoardo Alfonsi avevano chiuso il round robin in seconda posizione con 4 vittorie ed una sola sconfitta per mano proprio di Retronaz. In mattinata, nella semifinale, hanno affrontato il Bormio vincendo 8-1.

“L’argento della formazione maschile ci conferma come questa squadra abbia grandi prospettive”, spiega Zisa, “i ragazzi hanno perso per un soffio ed hanno una grande consapevolezza del loro percorso di crescita a cui si aggiunge questa finale giocata ad un livello altissimo. Per loro è un risultato pieno di energia e positività.”

FINALI DEI CAMPIONATI ITALIANI, CONSTANTINI E COLLI IN SCENA A PINEROLO

Ancora poche ore di attesa e poi mercoledì scatteranno le fasi finali dei campionati italiani Senior sia in campo femminile che in quello maschile. Sul ghiaccio di Pinerolo saranno in scena le due formazioni di punta del Curling Club Dolomiti, il Team Constantini Almaviva ed il Team Colli Cortinabanca. Entrambe le squadre sono alle prese con qualche acciacco di troppo e probabilmente non riusciranno a scendere sul ghiaccio al completo ma la voglia di fare bene è tanta.

CONSTANTINI E COMPAGNE ALLA RICERCA DEL SETTIMO SIGILLO

Stefania e le sue compagne lotteranno per raggiungere uno storico settimo scudetto consecutivo. La forza del team che rappresenta l’Italia in tutto il mondo è nota a tutti, nonstante un ultimo periodo non proprio positivo. Rimane da capire con quale formazione scenderà sul ghiaccio la squadra, visto che Giulia Zardini Lacedelli e Marta Lo Deserto non sono ancora al top. In ogni caso le ragazze sono pronte a dare battaglia e come primo obbiettivo vogliono centrare la finale di domenica. Esordio con il Team DiFoB di Pinerolo mercoledì alle 19. Finale per l’oro prevista domenica alle 13. La prima classificata dopo il round robin accede direttamente alla finalissima, seconda e terza disputeranno la semifinale.

Il programma delle finali femminili

COLLI E COMPAGNI AD INSEGUIRE IL TEAM RETORNAZ

Nella scorsa stagione la squadra di Giacomo Colli era riuscita ad ottenere un ottimo argento, alle spalle solo dei colossi dello skip Joel Retornaz. L’obbiettivo è dunque quello di riconfermarsi, cercando di diminuire il gap con la formazione attualmente più forte in Italia e probabilmente al mondo. Non sarà semplice, ma già centrare la finalissima prevista sempre per domenica alle 13 sarebbe un bel risultato. Esordio anche per i maschi mercoledì alle 19 proprio contro il Trentino Cembra. Anche qui in dubbio la presenza di Edoardo Alfonsi, ma nonostante tutto i ragazzi di coach Gaspari daranno il massimo per ottenere un altro piazzamento di rispetto.

Il programma delle finali maschili

FORZA RAGAZZI, FORZA CURLING CLUB DOLOMITI!

LAVORI IN CORSO PER IL TEAM CONSTANTINI, A BERNA ANCORA FUORI DAI PLAYOFF

Uno stato di forma ancora da ritrovare per il Team Constantini e così i risultati in questo periodo della stagione faticano ad arrivare. Il quartetto azzurro guidato da coach Violetta Caldart non va oltre il round robin alla International Bernese Ladies Cup che si è svolta lo scorso fine settimana in Svizzera. Due vittorie e tre sconfitte sono troppo poco per passare il turno, con le italiane che chiudono il girone al quarto posto.

Nessun dramma però, per un momento difficile dal punto di vista dei risultati e condizionato da uno stato di forma fisico non proprio al top. Tutto ampiamente nella norma nell’arco di una stagione, con Stefania, Giulia, Marta, Angela ed Elena che hanno posto il mirino sulle finali del campionato italiano e sul mondiale di marzo.

Sul ghiaccio svizzero, dopo aver saltato per i problemi influenzali la quarta tappa dello Slam, Constantini parte subito con un pesante ko per 7-3 contro Heritier. Venerdì giornata difficile, con ben tre gare da affrontare. Tre partite di livello contro Gim, dove è maturata una sconfitta per 5-3, contro Abbes dove le azzurre si sono imposte 5-2 ed infine in serata contro Pfluegler. Quest’ultima sfida nuovamente vinta con il risultato di 9-4 che lasciava ancora aprete le porte per la qualificazione. Ieri però sono le svizzere di Huerlimann ad avere la meglio 6-5. Gara equilibrata, sbloccata da due punti azzurri nel secondo end ma subito condizionata dalle 4 marcature elvetiche nella mano successiva. Non basta un finale in crescendo, seppur col martello a favore, Constantini non marca più di un punto nell’ottavo parziale e deve dire addio ai playoff.

Risultati. Constantini – Heritier 3-7, Constantini – Gim 3-5, Constantini – Abbes 5-2, Constantini – Pfluegler 9-4, Constantini – Huerlimann 5-6.

Classifica. Gim 4V-1P, Huerlimann 4V-1P, Heritier 3V-2P, Abbes 2V-3P, Constantini 2V-3P, Pfluegler 0V-5P.

Foto credit: Daniel Schifferli

BUONA PROVA DEL TEAM COLLI CHE A SAN GALLO RAGGIUNGE I QUARTI DI FINALE

Buona prestazione del Team Colli al Sant Galler Elite Challenge. La nostra squadra maschile di punta esce ai quarti nella competizione che si è tenuta la scorsa settimana nella cittadina svizzera di San Gallo, guadagnando molta esperienza ed anche punti importanti per il ranking. Il quartetto formato da Giacomo Colli, Alberto Zisa, Francesco De Zanna ed Edoardo Alfonsi occupa attualmente il 94° posto nella classifica mondiale ed in Svizzera ha chiuso il proprio girone al terzo posto, qualificandosi per i playoff con due vittorie ed altrettante sconfitte. Ai quarti però i ragazzi di coach Diana Gaspari devono arrendersi al team scozzese dello skip Waddell, formazione 22^ al mondo che arriverà poi fino alla finale uscendo sconfitta dai connazionali di Bryce.

La classifica del girone

I ragazzi in forza al Curling Club Dolomiti esordiscono proprio con un ko per 6-3 contro Waddell per poi riprendersi e regolare 7-4  gli svizzeri di Iseli. Successo anche nella terza sfida contro i polacchi di Stych, che si conclude 9-5 ed infine sconfitta 6-4 contro gli elvetici di Stocker. Nel quarto di finale infine, gli scozzesi riescono subito a marcare due punti. Si va avanti poi sull’equilibrio con un punto per squadra fino alla settima mano. Nell’end decisivo, forti del vantaggio del martello, Waddel e compagni mettono a referto altri due punti e chiudono sul 7-3 eliminando i cortinesi.

Lo score del quarto di finale

LA TURCHIA FIRMA LA PRIMA EDIZIONE DELLA CORTINA CURLING CUP. TEAM CONSTANTINI SFORTUNATO E FUORI AI QUARTI

Tre giorni fittissimi di incontri, dieci formazioni sul ghiaccio, per otto nazioni rappresentate. Alla fine ad avere la meglio è la formazione turca del Team Yildiz. È questa la sintesi della prima edizione della Cortina Curling Cup, evento che da giovedì 11 a sabato 13 gennaio ha visto confrontarsi allo stadio Olimpico di Cortina dieci tra le migliori squadre femminili di curling, impegnate in quella che è l’unica tappa italiana del World Curling Tour. Organizzazione a cura di Fondazione Cortina, in sinergia con Associazione Curling Cortina.

A inaugurare l’albo d’oro della manifestazione è staoa, un po’ a sorpresa, il Team Yildiz. Le ragazze turche sono state autrici di una giornata conclusiva eccezionale: al mattino, ai quarti, hanno sconfitto per 9-3 le tedesche del Team Abbes, per poi sconfiggere in semifinale le ragazze norvegesi del Team Rørvik. Al pomeriggio, poi, hanno trionfato per 6-4 nella finale che le vedeva opposte alle ragazze svizzere del Team Schwaller. A completare il podio il Team Rørvik che nella gara per il terzo e quarto posto ha battuto le coreane del Team Gim, formazione che costituisce la seconda forza del ranking mondiale e che era una delle favorite della vigilia. Poca fortuna per il Team Constantini che ha affrontato il torneo di casa con una squadra decimata dall’influenza che ha colpito Giulia Zardini Lacedelli e Marta Lo Deserto, cedendo ai quarti dopo appena 4 mani al Team Gim. La compagine di Violetta Caldart non partirà nemmeno per il Canada dove era in programma la quarta tappa del Grand Slam.

Tornando alla tre giorni di Cortina, a vincere è soprattutto l’organizzazione. «Cortina ha ospitato un evento di altissimo livello internazionale che ha riportato il curling in Ampezzo, culla italiana di questo sport, dopo una quindicina d’anni» sottolinea Stefano Longo, presidente di Fondazione Cortina. «Si è trattato di un test importante in vista dell’appuntamento olimpico del 2026. Voglio ringraziare tutte le squadre che ci hanno onorato della loro presenza e tutti coloro che, nei più diversi ambiti, hanno reso possibile questa manifestazione».

«Le squadre presenti ci hanno reso dei feedback positivi» commenta Diana Gaspari, presidente di Associazione Curling Cortina. «Il ghiaccio era molto buono, cosa non semplice da realizzare in un impianto così grande: i nostri tecnici hanno svolto un lavoro eccellente. Faremo tesoro dell’esperienza di questi tre giorni per approntare gli eventi futuri».

Tutti gli approfondimenti su http://www.cortinacurlingcup.com

STEFANIA CONSTANTINI AMBASSADOR DELLO SPORT AMPEZZANO NEL MONDO

Mentre all’Olimpico si svolgono le gare della prima edizione della Cortina Curling Cup, presso la Sala Consiliare del Comune di Cortina d’Ampezzo, Fondazione Cortina in sinergia con l’Amministrazione comunale ha presentato la sponsorizzazione triennale della campionessa olimpica Stefania Constantini. Lo scoiattolo rosso accanto alla storica scritta “Cortina”, simbolo della Regina delle Dolomiti, verrà apposto sui berrettini dell’atleta, che avrà dunque l’onore di rappresentare la sua città nel mondo. Partecipando alle gare e ai tornei internazionali che vedranno il suo team protagonista e grazie al suo impegno ed esempio, Stefania diventerà così Ambasciatrice di tutte le discipline dello sport Ampezzano.

Avere l’occasione di poter rappresentare Cortina è bello ed emozionante, sono molto legata a questo territorio di montagna e di sport. Il curling è una disciplina di nicchia, ma che sta crescendo e portando sempre più risultati. Leggo lo stesso parallelismo anche con Cortina, una piccola città che diventerà ancora più grande grazie alle Olimpiadi e Paralimpiadi del 2026. Poter partecipare a questo evento in casa sarà straordinario e questa collaborazione mi rende dunque ancora più orgogliosa. Sarà un onore per me portare le insegne di Cortina nel mondo” ha affermato l’atleta Stefania Constantini.

Proprio in questi giorni stiamo ospitando per la prima volta le gare della Cortina Curling Cup, banco di prova importante in vista delle gare olimpiche e paralimpiche di questa disciplina che avranno luogo qui in Ampezzo. In questo territorio gli sport della neve e del ghiaccio vantano una grande tradizione, e come Fondazione lavoriamo costantemente per svilupparla e farla conoscere al grande pubblico” – ha commentato Stefano Longo, Presidente di Fondazione Cortina. “Con questa sponsorizzazione realizzata in sinergia con il Comune, potremo portare l’immagine di Cortina e di tutto il territorio nel mondo grazie ai successi di una delle nostre campionesse. Stefania, sono certo, potrà rappresentare al meglio la nostra città e la grande tradizione sportiva che qui custodiamo. A lei facciamo il nostro in bocca al lupo per il torneo in corso e per tutti quelli che la attendono nella stagione, ma ancor più il nostro grazie per l’impegno di diventare ambasciatrice di tutte le discipline sportive di Cortina”.

Il curling è da sempre una delle mie passioni che – come sapete – mi ha portato anche a indossare da ragazzo la maglia della nazionale. È uno sport meraviglioso, ancora poco conosciuto, ma che sta acquisendo sempre più importanza e visibilità anche grazie ai nostri atleti. Cortina è la culla del curling italiano, qui ne abbiamo scritto la storia facendolo diventare un elemento chiave dello sviluppo della comunità. Poter affiancare il simbolo di Cortina a una atleta di successo come Stefania è per noi un onore, con la speranza che tutti gli atleti ampezzani e azzurri possano contribuire con i loro risultati a tracciare il percorso che ci porterà alle Olimpiadi e Paralimpiadi del 2026 e a far crescere la tradizione del curling di cui Cortina è culla indiscussa” ha dichiarato Gianluca Lorenzi, sindaco di Cortina d’Ampezzo.

error: Content is protected !!