Curling Club Dolomiti

STORICA ITALIA, ARGENTO AI MONDIALI JUNIOR. LA NORVEGIA VINCE IL TITOLO DOPO 12 END EQUILIBRATI

STORICA ITALIA, ARGENTO AI MONDIALI JUNIOR. LA NORVEGIA VINCE IL TITOLO DOPO 12 END EQUILIBRATI

Ci sono voluti due extra end per decidere una finalissima tirata ed equilibrata. Alla fine però vince 7-6 la Norvegia, con l’Italia che ai Mondiali Junior di Lohja scrive un’altra pagina di storia del movimento mettendosi al collo un argento pesantissimo. Il rammarico c’è, vista la finale di livello disputata  dopo una settimana di grande curling, ma il risultato portato a casa è qualcosa di eccezionale. Nessuna nazionale junior azzurra era arrivata così in alto ed il merito è anche di tre cortinesi. La spedizione italiana in Finlandia infatti ha visto scendere sul ghiaccio due nostri giocatori, Francesco De Zanna (vice skip) ed Alberto Cavallero (alternate). La squadra è poi allenata dal coach ampezzano Marco Mariani ed era composta dal tridente del Pinerolo formato da Stefano ed Andrea Gilli e da Francesco Vigliani.

Nella finalissima apre le marcature la Norvegia, siglando un punto ma gli azzurrini rispondono subito con due stone in casa. La gara è equilibrata ed i norvegesi si portano sul +2 dopo quattro mani giocate. Il quinto end viene annullato, l’Italia rimane in partita pareggiando i conti nel sesto poi un punto per parte nei due giochi successivi in un continuo botta e risposta. Nel nono la Norvegia si porta sul 6-5 ma il team tricolore non molla niente e grazie ad un punto rimanda la contesa all’extra-end. L’equilibrio però non accenna a spezzarsi ed i nostri portacolori costringono gli avversari ad un bel tiro per annullare anche questa mano. Nel 12° end però Gilli e compagni non possono fare nulla per evitare la vittoria norvegese, dovendo “accontentarsi” così di un prezioso ed inatteso argento. Sul terzo gradino del podio la Danimarca, superata venerdì in semifinale dall’Italia, che ha vinto 10-9 la finalina per il bronzo contro gli Stati Uniti.

“Si è scritta una pagina di storia del movimento italiano”, commenta il nostro presidente Alessandro Zisa, “i numeri qui sono ancora piccoli ma esprimiamo un altissimo livello di gioco. Sono felice per i ragazzi, soprattutto per i nostri Francesco ed Alberto ma anche per il resto della squadra, un bel gruppo con lo spirito giusto ed in piena crescita. Stiamo lavorando e seminando bene nel vivaio, noi come altre società insieme a coach Mariani. Questi ragazzi ed il team Colli rappresentano il futuro in campo maschile, un settore che promette bene in vista delle Olimpiadi 2026 ma anche in prospettiva”.

Info sull'autore

luca_de_michiel editor

error: Content is protected !!